Vincitoriconcorsi.altervista.org
Il Blog per i vincitori e gli idonei ai concorsi pubblici

Assunzioni dirigenti da 29 a 18 e maggiore scorrimento delle graduatorie

FavoriteLoadingAggiungi la notizia ai tuoi preferiti!

Dopo la bocciatura da Roma per le “assunzioni” estive dei 29 dirigenti, il Comune di Napoli tenta una strada alternativa. Meno dirigenti, più tecnici.

Ciò si tramuta in un cambio strategico di assunzioni da parte del comune di Napoli.

Napoli - 24 Settembre in commissione scorrimento idonei. La proposta del PD - Vincitoriconcorsi.altervista.org

In pratica la logica è la seguente:


Undici dirigenti in meno, ossia da 29 a 18 dirigenti.

Con i soldi risparmiati dagli 11 dirigenti il Comune vuole procedere ad un maggior scorrimento delle graduatorie degli idonei al concorso del comune di Napoli del 2010.

Il numero degli scorrimenti dovrebbe salire dagli attuali 149 a 220.

Oltre agli idonei, si aggiungeranno altri 60 lsu e 15 staffisti.

Questo è in pratica il piano B del comune di Napoli dopo lo stop delle assunzioni dei suddetti dirigenti».

Tra i 18 figura anche Luigi Acanfora, ossia il nuovo comandante designato per la Polizia Municipale, già da tempo richiesto dal sindaco Luigi De Magistris ma continuamente slittato per problemi amministrativi.

[xyz-ihs snippet=”AllineaDX336″][xyz-ihs snippet=”Annuncio1Adsense336x280″][xyz-ihs snippet=”ChiudiAnnuncio”]

La delibera di assunzione dovrà essere pronta per metà settimana quando ci sarà la riunione della commissione per il riequilibrio finanziario dei Comuni in predissesto.

Per la spesa del personale in bilancio sono stati messi circa 5 milioni e 800 mila euro, 2 dei quali serviranno per gli incarichi dei nuovi dirigenti, il restante per rinnovare i contratti agli lsu (lavoratori socialmente utili) in scadenza afine anno e per gli incarichi degli staffisti, già designati.

Se la commissione darà l’ok alla delibera, il comune potrà procedere subito alle assunzioni dopo però essere sottoposti alla verifica della Corte dei conti in quanto il comune ha aderito al piano di riequilibrio e per tal motivo tutti gli atti finanziari devono essere verificati dalla Corte dei conti.

Per gli idonei, si andrà a “pescare” in tutte le 8 graduatorie.


Per leggere l’articolo, clicca su “DOWNLOAD” . L’articolo è tratto dal giornale La Repubblica.

Commenti non possibili.